Lotta alla propaganda terroristica sui social: giornata d’azione presso Europol

pubblicato in: Articoli | 0

FONTE EUROPOL https://www.europol.europa.eu/newsroom/news/eu-law-enforcement-joins-together-facebook-against-online-terrorist-propaganda

L’11 gennaio 2018, European Union Internet Referral Unit (EU IRU) l’Unità di segnalazione di Internet di Europol ha organizzato l’ottava Giornata d’azione congiunta con i colleghi delle unità nazionali di riferimento di Belgio, Francia e Regno Unito, per identificare e assicurare la rapida rimozione dei post terroristici e di estremismo violento caricati su Facebook e Instagram, aventi contenuti creati da gruppi terroristici e simpatizzanti terroristi, con l’obiettivo di radicalizzare, reclutare e propagare attività terroristiche.

 

Durante questo incontro, le unità di polizia specializzate hanno eseguito una valutazione qualitativa di diverse centinaia di sospetti di propaganda terroristica, rilevando nuovi modelli emergenti di contenuti terroristici presenti nelle piattaforme online, e mutevoli tendenze nella diffusione della propaganda terroristica, in particolare l’ascesa di utenti singoli svincolati rispetto alla propaganda “ufficiale” delle organizzazioni terroristiche.

 

L’IRU di Europol e le IRU nazionali nell’Unione europea collaborano con Facebook nel quadro del EU Internet Forum (https://www.eifonline.org/), gestito dalla Commissione europea, con l’obiettivo di limitare la disponibilità di contenuti online che promuovono il terrorismo o incitano alla violenza.

Facebook ha partecipato a questa azione congiunta svolta a L’Aia, sostenendo l’impegno dichiarato “di rimuovere i post che sostengono il terrorismo e i profili abbinati a potenziali terroristi” ogni volta che ne vengono a conoscenza e  rendendo le loro piattaforme un luogo ostile per i terroristi.

 

Questa azione coordinata contro la propaganda terroristica online si è concentrata principalmente sulla produzione online di materiali terroristici da parte dei media affiliati ad IS e ad al-Qaeda. Tra gli articoli citati ci sono i video e le pubblicazioni di propaganda che glorificano o sostengono il terrorismo e l’estremismo.

FONTE EUROPOL https://www.europol.europa.eu/newsroom/news/eu-law-enforcement-joins-together-facebook-against-online-terrorist-propaganda